Le smagliature: un inestetismo molto diffuso. Come nascono? Come prevenirle e trattarle?

 In Formazione Tecnico-Estetica
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Le smagliature: un inestetismo molto diffuso. Come nascono? Come prevenirle e trattarle?

Le smagliature sono da sempre un problema non solo per le donne. La loro visibilità incide sul benessere totale della persona. Ecco come trattarle al meglio.

Le smagliature colpiscono molte donne e molti uomini in età differenti. Nelle donne iniziano di solito a fare la propria comparsa tra i 12 ed i 16 anni, mentre negli uomini tra i 14 e i 20. Esse tendono a comparire lungo le linee su cui sono disposte le fibre delle fasce muscolari superficiali.

Quante volte hai avuto la sensazione di sentirti impotente di fronte ad una richiesta d’aiuto da parte delle tue clienti, rispetto a questo problema? Come sempre riuscirai a dare le risposte migliori solo con il giusto approccio e con una grande conoscenza del fenomeno.

 

Che cosa sono le smagliature? Come nascono?

Le smagliature si presentano come solchi longitudinali o striature, localizzate spesso nella parte laterale dell’addome o sulla superficie laterale delle cosce. Hanno comunque una localizzazione bilaterale e possono comparire in ogni parte del corpo, mostrandosi ad esempio come postumi di una gravidanza.

Come nascono?

Le fibre contenute nel derma sono fondamentalmente due:

  • Fibre collagene, intrecciate in fasci e molto resistenti alla trazione
  • Fibre elastiche costituite da microfibrille di elastina e di fibrillina, più sottili delle fibre di collagene e ramificate e riunite a reticolo. Hanno la caratteristica di essere particolarmente elastiche.

Le smagliature si formano a causa di una modificazione strutturale qualitativa e quantitativa delle fibre di collagene ed elastina.

La loro conformazione varia a seconda dei diversi stati di crescita, a partire dalla loro comparsa:

  • Inizialmente possono presentarsi come striature di colore rosa. È nella fase infiammatoria infatti che fanno la propria comparsa. Questa fase può durare fino ai 24 mesi e estendendosi – in questo periodo di tempo – possono passare dal colore rosa al rosso

Inizialmente a livello locale possono manifestarsi prurito e bruciore, ed il colore rosso è dovuto all’afflusso di sangue. Nella stessa fase i fibroblasti diminuiscono la propria attività ed avviene un’alterazione di fibre elastiche e collagene a livello della cute.

  • Nella fase cicatriziale iniziale l’epidermide e la cute cominciano ad assottigliarsi e nelle zone colpite la pelle tende a risultare ad occhio nudo più chiara e pieghettata
  • Nella fase cicatriziale definitiva invece le striature atrofiche diventano di colore quasi bianco o madreperlaceo. È proprio in questa fase che presentano il massimo grado di inestetismo percepito da chi ne è colpito. Si forma un tessuto cicatriziale poco vascolarizzato ed in cui sono presenti quasi esclusivamente fibre di collagene.

smagliature: prevenzione e trattamenti

Perché compaiono le smagliature?

Esistono – per rispondere a questa domanda – due diverse teorie:

  • Secondo la Teoria Meccanica le smagliature si formano in conseguenza di rapide variazioni di peso e dimensioni corporee. Questi fenomeni – accompagnati da una scarsa elasticità del derma – portano alla rottura delle fibre di collagene che sono presenti e quindi alla loro comparsa.

Nella stessa fase in cui l’apporto sanguigno è minore la situazione si aggrava per mancanza di ossigeno nei tessuti e difficoltà nella depurazione delle scorie. Cosce, pancia, braccia, gluteo sono non a caso interessate da questa forma di inestetismo.

  • Secondo la Teoria Endocrina le smagliature si formano grazie al rilascio dell’ormone di Cortisolo, che indebolisce le fibre elastiche presenti nella pelle. Ciò accade soprattutto in presenza di stress psico-fisico.

Le smagliature possono essere anche conseguenza di una prolungata terapia a base di sostanze contenenti corticosteroidi.

Come trattare le smagliature?

Chiariamo fin d’ora che non esiste allo stato attuale un metodo per cancellarle completamente. Si può però migliorane l’aspetto, con l’ausilio di tecniche non solo chirurgiche.

L’impatto dei trattamenti in ogni caso è legato:

  • Al momento in cui si va ad intervenire
  • Al miglioramento delle abitudini di vita

Come abbiamo visto infatti, sia lo stress psico-fisico sia la mutazione repentina di peso influiscono sulla loro comparsa, al di là di eventi naturali come l’avvento della pubertà e la gravidanza.

Sono l’alimentazione, l’esercizio quotidiano di attività fisica, a doversi affiancare ad un adeguato trattamento di tipo cosmetologico, al fine di ridurne in modo efficace l’impatto. I massaggi contribuiscono invece al miglioramento del microcircolo vascolo-linfatico.

smagliature: eccellenza in estetica blog

Quali gli obiettivi del trattamento cosmetico?

  • Aumentare idratazione ed elasticità della cute
  • Stimolare i fibroblasti, da cui dipende la produzione delle fibre elastiche e di collagene
  • Stimolare il microcircolo, per favorire la rigenerazione del tessuto

È fondamentale per ottenere i migliori risultati agire sempre in tempo!

Quando la formazione delle smagliature è recente, l’applicazione cosmetica giornaliera contribuisce a prevenire la formazione di nuove smagliature e ridurre quelle già comparse.

La stimolazione del derma ed il trattamento di sollecitazione per favorire il microcircolo sono alla base dei trattamenti di tipo cosmetico, e possono trovare un grande alleato – come già numerosi test scientifici hanno dimostrato – nella vitamina E.

Questa vitamina presente nell’olio d’oliva – non a caso un antico rimedio lo vede come protagonista – si trova anche nell’olio di mandorle, di germe di grano, di avocado e burro di karité.

 

Un rimedio possibile e poco invasivo: i peeling chimici

Per un’azione abrasiva e per un effetto levigante i peeling chimici si mostrano particolarmente efficaci nel trattamento delle smagliature. L’esfoliazione che questi producono contribuisce alla rigenerazione epidermica, rendendo la pelle più omogenea.

Microabrasione e laser rappresentano infine alternative a questi, essendo poco invasivi e contribuendo a rendere più tonica la pelle.

 

Ciò che ti invitiamo a fare è non sottovalutare questa forma di inestetismo perché probabilmente potresti consigliare oggi ad una delle tue clienti questo tipo di trattamenti. Lavorare meglio vuol dire anche saper prendere le giuste contromisure e nel giusto momento rispetto ad un problema che ti viene chiesto di risolvere.

Con i nostri esperti e con il supporto del Dipartimento di Chimica de L’università La Sapienza di Roma, abbiamo già svolto incontri e seminari dedicati a questo tipo di trattamenti. Presto potrai anche tu prendervi parte.

Iscriviti alla nostra newsletter qui sotto o chiama il 3392823100.

Abbi cura delle Tue Clienti!

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Commenti

commenti

Recommended Posts

Cosa cerchi?